Cr6-free-ita

10 Lug | La finitura Zincata Cr3 esente da Cromo Esavalente

La finitura Cr6 (Cromo Esavalente) è vietata?

Questa, in varie forme, è una domanda che qui in Ambrovit ci sentiamo porre sempre più spesso dai nostri clienti. La risposta è: sì la Finitura Cr6 è vietata ed è stata sostituita dalla Zincata Cr3. Vogliamo però rassicurare chi ci legge che tutte le viti e i bulloni, che escono dal nostro magazzino, sono conformi ad ogni Direttiva prevista, nel rispetto della salute e dell’ambiente.

Per parecchi anni il Cromo Esavalente è stato il metodo più diffuso e impiegato per rivestire vari componenti e accessori in acciaio, con lo scopo di proteggerli dalla corrosione.
La Regolamentazione Europea n. 1907 del 2006 contiene il primo riferimento al Cromo Esavalente e nell’allegato n.16 -348 del 2013 è contenuta la Normativa secondo la quale la Comunità Europea mette al bando l’utilizzo di tale sostanza in tutti i paesi europei.

Questa direttiva regolarizza, restringe e vieta l’utilizzo di tutte quelle sostanze considerate pericolose per l’ambiente e soprattutto tossiche per l’uomo. Il Regolamento UE ha quindi stabilito nel 21 settembre 2017 il termine ultimo per l’immissione sul mercato di tutti i prodotti zincati con Cromo Esavalente.

Tutto ciò che è stato prodotto precedentemente a questa data può essere vendibile e smaltito. Ambrovit, da sempre sensibile a queste problematiche, ha cominciato da tempo a rifornire il proprio magazzino di prodotti con finitura Zincata Cr3 (Cromo Trivalente).
Ad oggi possiede l’80% di prodotti vendibili già conformi alla Normativa vigente, il resto è in via di smaltimento.

Normativa e mercato

La Normativa impone che nessun prodotto possa essere realizzato utilizzando il Cromo Esavalente. Ciò ha significato rivedere tutti gli standard produttivi utilizzando solo il Cromo Trivalente, con conseguenti e inevitabili rincari. Il Cromo Esavalente infatti permetteva una maggiore resa con meno costi e prezzi più contenuti.

Purtroppo una grande fetta del mercato europeo non si è ancora allineata a questa Direttiva. Molte aziende, infatti, aggirano l’ostacolo importando da paesi dove questo divieto non è ancora in vigore, utilizzando terminologie fuorvianti nella descrizione dei loro prodotti.

Questo comportamento crea una concorrenza sleale nei confronti di quelle aziende che hanno fatto enormi sacrifici, anche economici, per conformarsi alle regole europee.

I vantaggi della finitura Zincata Cr3

La finitura Zincata Cr3 (Cromo Trivalente), a fronte di una qualità sostanzialmente uguale a quella del Cromo Esavalente, non è tossica o pericolosa in alcun modo e rientra nei parametri stabiliti dalla legge. Altro aspetto fondamentale è che offre una resa cromatica (colorazione gialla) pressoché identica alla precedente, così da assicurare una estetica uniforme.

Tutti i prodotti Ambrovit presenti a catalogo sono conformi alla Direttiva Comunitaria Europea RoHS, (acronimo di Restriction of Hazardous Substances), e questo implica anche il passaggio da Cromo Esavalente a Cromo Trivalente.

In caso di dubbi o domande non esitate a contattarci. I nostri uffici commerciali, sono sempre a Vostra disposizione.

Tags:


error: Content is protected